Ikarunchi – Il progetto

COME NASCE L’IDEA:
Nel percorso professionale e di ricerca, ZU ha sempre valorizzato la musica come veicolo di conoscenza.

Inizialmente con il Progetto “Il cammino della musica” (www.ilcamminodellamusica.it) che lo ha portato per 10 anni a viaggiare nel mondo per conoscere i popoli attraverso la loro musica sulle tracce di tradizioni musicali dell’America Latina e successivamente del Sud Africa, dell’India e infine dell’Italia.

Nel suo cammino Zu, ascoltando storie di persone alle quali la musica ha cambiato la vita, ha capito che:

la Musica non è un Linguaggio Universale ma è Universale il Miracolo che crea

 

La Musica quindi non solo come Veicolo di Conoscenza ma anche come Strumento di Cura.

Successivamente comincia ad appassionarsi a nuovi strumenti e, in particolare arrivano nella sua vita due “dischi volanti” (handpan) e nello stesso periodo entra a contatto con il mondo delle frequenze in particolare con il 432 hz, un’accordatura diversa da quella standard, usata in passato da geni della musica come Verdi, in grado di entrare in risonanza con le stesse frequenze emesse da noi esseri umani in stati di benessere e potenzialità elevate.

Comincia così un nuovo capitolo della sua vita basato questa volta sulla musica come strumento di connessione con il tutto, con l’universo e veicolo per attingere a stati di coscienza straordinari. Nasce anche un nuovo progetto ZuMusic Project con delle proposte soniche che vanno oltre il semplice ascolto ma che coinvolgono l’essere umano nella sue dimensioni di corpo, mente e spirito.

Da qui nasce la collaborazione con Tatiana (Counselor) che supporta il lavoro con il suono facilitando l’accoglienza e l’integrazione delle sensazioni/emozioni che questo porta all’ascoltatore (vedi Esperienza Vibrazionale in 432 Hz).

Infine eccoci qui con un nuovo progetto, il risultato delle ricerche di tutti questi anni e la perfetta chiusura del cerchio che era partito durante un viaggio in Paraguay dove ZU ha avuto un’apparizione, un indigeno Guaranì che gli chiedeva di registrare il suo rituale.

Questa apparizione acquisisce la totalità del suo valore solo ora, con il progetto “Ikarunchi – TRIBU VIBES”.

OBBIETTIVI
I popoli dell’Amazzonia e altre comunità dell’America Latina ritrovano nei doni della Pachamama delle vere e proprie medicine usate per sanare l’essere nel corpo e nell’anima. La modalità con cui ci si cura è ricca di sacralità e ritualità. I rituali vengono chiamati “cerimonie” durante le quali il lavoro delle medicine della foresta è supportato da musiche e canti ricevuti in dono da curanderos e sciamani, e hanno il compito di accompagnare la persona nel viaggio interiore di cura e rinascita.

L’intento del viaggio è quello di andare a fondo alla questione musicale che diventa quasi la manifestazione del divino, la guida divina che supporta la ricerca del Divino che è dentro ognuno di noi.

SEGUI IL NOSTRO VIAGGIO SU QUESTO BLOG!

AHO!

 

english version

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.